Nitrosammine nelle e-cigarette: devi preoccuparti?

Nitrosammine nelle e-cigarette: devi preoccuparti?

Devi preoccuparti delle nitrosammine nelle sigarette elettroniche?

Risposta breve: no.

Ma approfondiamo.

Il background

Nel 2009 uno studio della FDA ha trovato tracce di nitrosammine negli e-liquidi.

Poco dopo, i titoli dei giornali di tutto il mondo gridavano che le sigarette elettroniche erano dannose quanto le sigarette, nonostante il fatto che:

  • le nitrosammine trovate erano ben al di sotto delle linee guida raccomandate
  • le nitrosammine erano a livelli anche 14.000 inferiori a quelli trovati nelle sigarette Marlboro
  • le nitrosammine non sono state rilevate nel vapore delle sigarette elettroniche, solo negli ingredienti
  • nessuna delle altre 56 sostanze cancerogene note nel fumo di tabacco sono state trovate nelle sigarette elettroniche

Qualche informazione in più sulle nitrosammine

Le nitrosammine sono un composto chimico. In quantità sufficienti possono essere cancerogene.

Puoi già essere esposto regolarmente alle nitrosammine e ai nitrati che le causano attraverso il cibo e le bevande che consumi. Anche l'acqua potabile contiene nitrati. Poiché non è possibile eliminare del tutto le nitrosammine, i governi impostano quantità massime consentite.

Negli Stati Uniti, la quantità massima consentita è di 60 parti per miliardo e nel Regno Unito è di 30 parti per miliardo.

Alti livelli di nitrosammine specifiche del tabacco si trovano nelle sigarette di tabacco ed esse sono una delle tante conosciute sostanze cancerogene nel fumo di tabacco. (A differenza del vapore delle sigarette elettroniche, ancora non conosciamo tutte le sostanze chimiche contenute nel fumo di sigaretta, quindi ci potrebbero essere più agenti cancerogeni che non conosciamo).

Le nitrosammine nelle sigarette di tabacco di contro alle nitrosammine nelle sigarette elettroniche

Ecco la domanda principale: quali sono i livelli di nitrosammine nelle sigarette elettroniche rispetto alle sigarette?

Secondo gli studi condotti, la maggior parte delle e-cigarette sembra che neanche contengano nitrosammine. In un sondaggio su 16 studi sulla sigaretta elettronica, Cahn e Siegel (2011) hanno trovato che solo due studi hanno rilevato tracce di nitrosammine negli ingredienti (ma non nel vapore). Il livello massimo di nitrosammine trovato è stato di 8,2ng/g. Ogni ng è pari a un miliardesimo di grammo, quindi la massima concentrazione di nitrosammine trovata è stata di 8,2 parti per miliardo o 8,2/1.000.000.000.

Questo è un livello simile a quello dei cerotti alla nicotina approvati, che si attestano su 8 parti per miliardo. Questi livelli non sono collegati al cancro.

Al contrario, le sigarette Marlboro contengono livelli di nitrosammine di 11.190 per miliardo.

Cahn e Siegel hanno riferito che le nitrosammine nelle sigarette elettroniche erano:

"… ordini di grandezza inferiori rispetto ai livelli di TSNA nelle sigarette normali…  le sigarette elettroniche contengono solo lo 0,07 - 0,2 per cento del TSNA presente nelle sigarette, una concentrazione da 500 a 1.400 volte inferiore" (fonte).

Niente nitrosammine nel vapore delle sigarette elettroniche

Ma non è tutto. La FDA ha testato solo il contenuto delle e-cigarette alla ricerca di nitrosammine, non il vapore che gli svapatori inalano. Ci sono stati almeno due studi che hanno testato il vapore alla ricerca di nitrosammine.

Dopo lo studio della FDA, la società di sigarette elettroniche NJOY ha commissionato un'analisi di laboratorio indipendente per testare il vapore delle sigarette elettroniche. Il laboratorio ha trovato una sola nitrosammina presente nel vapore, ma la nitrosammina non era di quelle tossiche.

Il Professore incaricato ha concluso:

"Sulla base della mia analisi della letteratura scientifica, il NAT non è tossico e non è cancerogeno, e sulla base delle analisi del vapore, la mia conclusione è che il TSNA non rappresenta un rischio per la salute degli utenti delle sigarette elettroniche distribuite da NJOY" (fonte).

Uno studio più recente sulla qualità dell'aria comparando svapo e fumo non ha trovato tracce di nitrosammine. Nelle parole degli autori:

"Lo studio non indica alcun rischio evidente per la salute umana derivante dalle emissioni delle sigarette elettroniche sulla base dei composti analizzati" (fonte).

Si possono evitare del tutto le nitrosammine?

Purtroppo no.

Molte verdure contengono nitrato che i batteri in bocca convertono in nitriti che poi interagisce con i succhi gastrici, e ammina contengono alimenti (formaggi, vini e cioccolato per citare solo alcuni cui non vorresti rinunciare) per creare nitrosammine. Il nitrato stesso è considerato un nutriente, ma una concentrazione troppo alta favorisce la formazione di nitrosammine.

Quindi, in sintesi, possiamo cancellare le nitrosammine dalla lista delle possibili sostanze dannose dello svapo.

Il Professore John Britton, presidente del gruppo consultivo sul tabacco del Royal College of Physicians, ha recentemente dichiarato:
"Se tutti i fumatori in Gran Bretagna smettessero di fumare sigarette e iniziassero a fumare e-cigarette, potremmo salvare 5 milioni di morti fra le persone vive oggi. Si tratta di un potenziale enorme per la salute pubblica" (fonte).

Pubblicato il 07/11/2016 Tutti gli articoli, Salute 0

Scrivi un commentoScrivi una risposta

Devi essere autenticato per inviare un commento.
Prev

No products

To be determined Shipping
0,00 € Total

Acquista